“Televisione sottile come carta da parati”

Tv

“Il nuovo apparecchio prodotto dai coreani — dal peso di 7,5 chili ma dal costo non ancora rivelato — e’ il primo di una generazione gia’ definita «tv carta da parati» per la sottigliezza e la possibilita’ di essere appesi al muro come quadri – scrive Il Corriere della Sera –

Altri schermi televisivi rivoluzionari saranno i cosiddetti 4K, cioe’ con 4mila pixel di risoluzione in orizzontale: li presenteranno sempre Lg e Toshiba. L’azienda giapponese e’ pronta a mostrare in pubblico anche la nuova serie di tv 3D che non necessitano l’uso di occhialini.

E Sony e Samsung, leader di settore, non staranno certo a guardare. Ospite attesa, poi, dovrebbe essere la cosiddetta Google Tv, il sistema televisivo proposto dalla multinazionale di Mountain View”.

Leggi Più

img

Unione Europea: “Entro tre anni sette oggetti collegati a internet in ogni casa”

“Vogliamo promuovere un sistema che sia funzionale ai nostri obiettivi economici e sociali e che garantisca la sicurezza e rispetti la vita privata” ha spiegato il commissario Ue responsabile per l’Agenda digitale, Neelie Kroes. Secondo l’Unione Europea, entro il 2015 ogni cittadino europeo possiedera’ sette oggetti collegati a internet, per un totale di 25 miliardi […]

img

Guerra dei brevetti, la risposta di Facebook a Yahoo

Qualche settimana fa avevamo fatto cenno all’ennesima causa giudiziaria che vede protagoniste le grandi major dell’It, con Yahoo che aveva sporto denuncia nei confronti di Facebook in merito alla presunta violazione di brevetti. Dato che quasi sempre queste diatribe rappresentano soprattutto una guerra di nervi, Palo Alto ha contrattaccato citando a sua volta il motore […]

img

Internet, una e-mail di lavoro su sette riguarda pettegolezzi

Ogni giorno un lavoratore di un’azienda invia circa 112 email, il 15 per cento delle quali riguarda pettegolezzi. Lo sostiene uno studio della prestigiosa Georgia Tech negli Stati Uniti. Un fenomeno che sarebbe presente a tutti i livelli delle gerarchie aziendali, dagli impiegati di base ai top manager. “Il gossip riceve spesso una cattiva pubblicita’, […]