Tv su internet, arrivano le serie nate per il Web

Tv Internet

La televisione su Internet non si e’ sviluppata negli ultimi anni alla velocita’ prevista dagli esperti all’inizio del nuovo millennio. Ora pero’ potrebbe arrivare una piccola svolta in tal senso, come sottolinea l’agenzia TMNews.

“Questa settimana Netflix ha realizzato otto episodi della serie televisiva a coproduzione norvegese e americana “Lilyhammer” e martedi’ prossimo Hulu lancera’ la serie “Battleground”. Distribuendo serie nate per la rete e non presenti in televisione, le due societa’ sperano di aumentare il numero di clienti disposti a pagare circa 10 dollari al mese (9,99 per Netflix, 7,99 per Hulu) per vedere film e serie tv dal proprio computer”.

Il problema e’ che il concetto di web a pagamento e’ molto lontano dalla visione che gli utenti hanno della Rete. Potrebbe essere questo a far naufragare progetti del genere.

Leggi Più

img

Liguria, i problemi del digitale terrestre

Migliaia di liguri hanno perso Italia-Inghilterra in televisione a causa della mancanza di segnale del digitale terrestre. E mentre in Rete divampano le polemiche e i cittadini preparano una class action, un esperto spiega a Genova 24 il perche’ dei problemi di ricezione. “La Rai sta incontrando grossi problemi per la pianificazione dei segnali nel […]

img

Yahoo annuncia taglio 2mila posti di lavoro

“Yahoo! ha annunciato oggi il taglio di duemila posti, pari al 14% della forza lavoro, per ridurre i costi di 375 milioni di dollari l’anno e rendere la compagnia ”piu’ piccola, piu’ agile e piu’ profittevole” – scrive l’Asca – In un comunicato, il presidente esecutivo Scott Thompson sostiene che Yahoo! sta ”intensificando gli sforzi […]

img

Internet, una e-mail di lavoro su sette riguarda pettegolezzi

Ogni giorno un lavoratore di un’azienda invia circa 112 email, il 15 per cento delle quali riguarda pettegolezzi. Lo sostiene uno studio della prestigiosa Georgia Tech negli Stati Uniti. Un fenomeno che sarebbe presente a tutti i livelli delle gerarchie aziendali, dagli impiegati di base ai top manager. “Il gossip riceve spesso una cattiva pubblicita’, […]