Digitale terrestre, la mattanza delle televisioni locali

Tv locali

Chi ha pensato che l’arrivo del digitale terrestre (l’Italia completera’ lo switch-off entro il 30 giugno) avrebbe allargato l’offerta e dato spazio anche alle piccole emittenti rimarra’ deluso.

Le televisioni locali, espropriate anche di alcune frequenze, stanno incontrando un’infinita’ di ostacoli sulla loro strada, come sottolinea Luca Montrone, presidente di Telenorba,storica emittente del Centro e Sud Italia.

“Le reti nazionali hanno, attualmente  – spiega a La Repubblica –  una copertura pari al 97 per cento, mentre alle tv locali sono state assegnate soltanto frequenze che subiscono interferenze dagli altri Stati.

In regioni come Puglia, Basilicata, Molise e Abruzzo, che presentano gravi problemi interferenziali provenienti dai Balcani la copertura media delle frequenze assegnate alle tv locali rasenta appena il 60 per cento, con un canale che assicura la ridicola copertura del 28 per cento. Non v’e’ alcun dubbio, quindi, che le 6 frequenze del beauty contest sono assolutamente, di diritto, delle tv locali”.

Leggi Più

img

“Google non viola regole della concorrenza”

“Google non viola le regole della concorrenza ma offre semplicemente, alle ricerche degli internauti, le risposte migliori, perche’ la ricerca e’ volta per gli utenti, non per i siti. Il motore di ricerca e’ passato dal modello di una risposta in “dieci link blu” a quello delle “migliori risposte per l’utente. Il che implica la […]

img

Apple – Google, guerra sulle mappe

“Prima di sconfiggere il nemico bisogna essere certi di non dipendere da lui. E’ il ragionamento che ha portato Apple a sviluppare un sistema di mappe internamente, per abbandonare Google Maps e prendere le distanze dal motore di ricerca. Il servizio dovrebbe essere attivo entro fine anno. Apple covava la decisione di lasciare il sistema […]