Pirate Bay si rivolge alla Corte di Giustizia

Pirate Bay

L’avvocato di Fredrik Neij, condannato in primo grado a un anno, con la pena ridotta a 10 mesi in appello alla fine del 2010, si rivolgera’ alla Corte europea di giustizia, dopo che la Suprema Corte del suo paese ha rifiutato di concedergli appello. Neij e’ uno dei fondatori del sito svedese di file-sharing The Pirate Bay.

Gli altri fondatori del portale, Peter Sunde e Carl Lundstroem sono stati condannati rispettivamente a otto e quattro mesi e tutti e tre al pagamento di circa 5 milioni di euro di danni all’industria musicale e cinematografica per violazione delle leggi sul copyright.

Leggi Più

img

Digitale terrestre, dal 2015 servira’ nuovo decoder

L’ennesima beffa per gli utenti italiani, gia’ costretti a fare i salti mortali nelle regioni in cui il segnale analogico e’ gia’ stato spento. Fra soli tre anni saranno costretti a cambiare nuovamente il proprio decoder. Si perche’ dal 2015 i televisori dovranno “obbligatoriamente integrare lo standard dvb-t2”. E’ quanto impone il decreto che ha […]